Riabilitazione dopo la rimozione di ernia ombelicale

L'operazione per rimuovere l'ernia inguinale è eseguita da neonati, uomini e donne adulti. Tutti i pazienti, indipendentemente dalla tecnica scelta e dallo stato di salute dopo il trattamento, sono sottoposti a riabilitazione per il recupero del corpo dopo anestesia e ulteriore stabilizzazione degli organi interni e delle condizioni generali. La debole connettività dell'anello ombelicale porta a un'ernia e il trattamento chirurgico viene eseguito per ripristinare la posizione anatomica degli organi interni. Per ogni operazione c'è un periodo di riabilitazione, che può durare da una settimana a sei mesi, e la riabilitazione ritardata può essere richiesta in decine di anni.

Il recupero dopo l'intervento chirurgico negli adulti è impossibile senza un trattamento aggiuntivo. Subito dopo la rimozione dell'ernia ombelicale? il paziente deve indossare una benda, gli viene prescritta una dieta rigorosa, l'attività fisica è limitata e viene attribuito il corso dei farmaci. Dopo lo scarico degli adulti, vengono concordati esami di routine per monitorare la condizione, correggere la nutrizione e sottoporsi a fisioterapia.

Periodo di riabilitazione precoce

Rimuovere i punti dopo l'operazione per rimuovere l'ernia ombelicale in circa una settimana. La procedura per gli adulti è indolore, ma sono presenti sensazioni spiacevoli. Immediatamente dopo la cucitura della cucitura, è necessario indossare una cintura larga o una benda di supporto. Abbandonare completamente la benda è possibile solo dopo il completo ripristino del tessuto muscolare, che si verifica in media in un mese e mezzo e dipende dalla velocità di guarigione della ferita di ciascun individuo.

Osservando tutte le misure prescritte di profilassi di un medico, è possibile ridurre significativamente il processo di riabilitazione e di guarigione delle ferite. A questo scopo, viene prescritta una dieta rigorosa, riposo, farmaci.

L'attività fisica, sollevamento pesi, tensione durante la tosse può portare a divergenza di cuciture, suppurazione, infezione della ferita.

Cosa dovrei fare nelle prime due settimane dopo il trattamento dell'ernia ombelicale?

  1. Osserva la routine quotidiana: questa semplice raccomandazione non è una formalità, ma una condizione per il successo della riabilitazione degli adulti. I primi due giorni che una persona dovrebbe mentire e dormire solo sulla schiena, al terzo e al quarto giorno, è possibile iniziare a svolgere semplici lavori domestici, camminare di più, ma alla minima fatica ascoltare il proprio corpo e riposare immediatamente. Durante questa settimana, le medicazioni e il trattamento delle ferite vengono eseguiti ogni giorno.L'intero periodo di recupero è seguito da una dieta;
  2. Per la seconda settimana dopo la rimozione delle suture, il dolore può ancora rimanere, perché vengono prescritte pillole o iniezioni di dolore, procedure di fisioterapia;
  3. Il periodo di riabilitazione delle persone anziane è più difficile, in quanto è necessario monitorare il possibile verificarsi di gravi complicanze: insufficienza respiratoria, tachicardia, infezione della ferita.

Massaggio e fisioterapia dopo la rimozione dei punti

Nel periodo postoperatorio, il massaggio viene mostrato a neonati e bambini con un difetto congenito nel sistema muscolo-scheletrico. I pazienti adulti sono anche incoraggiati a massaggiare regolarmente per guarire rapidamente la ferita, migliorare la circolazione del sangue nel sito di chirurgia. La procedura può essere eseguita solo da un professionista, poiché dopo l'operazione i muscoli sono ancora deboli e facilmente danneggiabili.

Oltre al massaggio, la riabilitazione comprende procedure fisioterapiche come il trattamento con raggi ultravioletti, l'elettroforesi e la terapia corrente. Tutto ciò ci consente di normalizzare la microcircolazione, anestetizzare la zona dell'ombelico dopo l'operazione e prevenire l'infiammazione.

Già dalla terza settimana dopo la rimozione dell'ernia ombelicale è necessario iniziare la ginnastica, eseguendo esercizi leggeri sui muscoli addominali. Per gli adulti è utile fare esercizi quotidiani prima di fare colazione, allungare e riscaldare i muscoli. Pendii e curve del tronco, degli squat, delle gambe che si sollevano - tutti questi semplici esercizi dovrebbero essere fatti nel bendaggio ombelicale e su un tappeto morbido.

Dieta nel periodo postoperatorio

La dieta terapeutica è necessaria per la piena saturazione del corpo durante la riabilitazione e la prevenzione dei disturbi digestivi.

La dieta dopo il trattamento dell'ernia ombelicale si basa sui seguenti principi:

  1. Esclusione di cibi acuti, carboidrati, grassi;
  2. I pasti giornalieri dovrebbero includere zuppe, cereali, verdure, frutta fresca;
  3. Bevi molti liquidi, ma limita il caffè e il latte;
  4. Bevande alcoliche, prodotti in scatola sono esclusi.


Immediatamente dopo l'operazione, il paziente può assumere solo cibo liquido per avviare l'apparato digerente. A poco a poco, la dieta è integrata con zuppe, purè di patate, carne e pesce, al vapore. Nel periodo postoperatorio, è utile preparare a casa tinture di erbe: rosa canina, corteccia di quercia, camomilla, salvia, achillea.Le infusioni e i decotti aumentano l'immunità, aiutano a ridurre il dolore, alleviare l'infiammazione e lenire gli adulti dopo l'intervento. Il cibo non dovrebbe essere limitato solo a pappe e zuppe, per piacere puoi mangiare dolci, bere succhi e un po 'di caffè, ma allo stesso tempo osservare come il corpo reagisce a certi gruppi di cibi.

Complicazioni e ernia ombelicale secondaria

Le complicazioni dopo l'intervento chirurgico nella fase attuale del trattamento delle ernie ombelicali sono rare, e la ragione di questo non è l'errore del medico, ma l'atteggiamento del paziente nel periodo di riabilitazione.

Grave complicanze dopo la rimozione di ernia ombelicale:

  • la malnutrizione provoca stitichezza, che aumenta la pressione intrauterina e porta a una patologia ripetuta;
  • un rapido ritorno al lavoro fisico causa la divergenza di punti di sutura, una recidiva di ernia;
  • l'abbandono della ginnastica terapeutica avverrà solo tra qualche anno, quando i muscoli indeboliti si disperderanno e gli organi perderanno nuovamente la loro posizione abituale.

Le complicazioni durante l'intervento chirurgico sono piuttosto un'eccezione, ma questo può accadere quando adulti o bambini hanno un'allergia a un anestetico, non c'è stata una diagnosi completa della cavità addominale.

Guarda il video: Ernioplastica ombelicale (Gennaio 2020).

Loading...