Complicazioni di un'ernia nella regione cervicale prima e dopo l'intervento chirurgico

Ernia del rachide cervicale è rara, perché le vertebre del collo e dischi rappresentano un piccolo carico, e sono i più mobili. Le cause della malattia sono più propensi a cambiamenti dovuti all'età e lesioni, perché il trattamento è sempre difficile e lunga. Le conseguenze di ernia del rachide cervicale, senza prevenzione è estremamente difficile, perché con questa diagnosi hanno per inviare un grande sforzo per mantenere la salute della colonna vertebrale.

I cambiamenti degenerativi del disco nella regione del collo sono accompagnati dalla distruzione dell'anello fibroso e dall'uscita della polpa oltre i suoi limiti. Minaccia la migrazione dei sequestranti lungo il canale della colonna vertebrale e la compressione del midollo spinale con parti del nucleo, che possono causare una violazione della funzione degli organi interni.

C'è una tale violazione del dolore cronico, costante disagio al collo, sintomi neurologici e molti altri spiacevoli per i fenomeni del paziente.

Come fa l'ernia nella cervicale

Avvertire gli effetti di un'ernia nella colonna vertebrale cervicale può essere con la rilevazione tempestiva del disturbo. I primi segni della malattia sono sfocati, perché molti li ignorano, riferendosi al medico già con lo sviluppo di complicanze.

Quali sintomi indicano uno spostamento del disco intervertebrale deformato:

  • comparsa di dolore improvviso taglio acuto nel suo dolore al collo e alle spalle è amplificato durante il movimento, che è dovuto alla compressione dei nervi;
  • v'è la mancanza di coordinamento, c'è rumore e ronzio alle orecchie, visione offuscata, vertigini e stordimento può verificarsi breve perdita di coscienza, che il pericolo di lesioni;
  • tutti i sintomi aumentano gradualmente, dapprima preoccupato dolori deboli, intorpidimento pelle nelle mani, schiena, preoccupati per il disagio tra le scapole e sterno;
  • doloroso girare la testa, senti uno scricchiolio quando giri la testa;
  • sensazione di sudorazione in gola, tosse secca, mancanza di respiro, che spesso non è associata alla malattia della colonna vertebrale cervicale;
  • la lesione tra 6-7 vertebre si manifesta con una diminuzione del tono muscolare, una sensazione di strisciare lungo il corpo, intorpidimento;
  • sviluppa radicolopatia - questa è una sindrome neurologica, manifestata da forti dolori al collo, spalle, scapole;
  • esecuzione di un'ernia è visibile dall'esterno - collo diventa più sottile, c'è un ceppo e debolezza muscolare, che è associato con danni alle radici nervose.

L'ernia del disco intervertebrale è pericolosa nella fase di sequestro.

La dimensione della formazione può raggiungere i 15 mm, e quindi il nucleo polposo cade nel canale spinale. Questo è preceduto dall'estrusione - l'output del core oltre il disco, che era già stato danneggiato in precedenza.

cause di

Frequenti fattori della comparsa di ernia intervertebrale nella sezione cervicale:

  • trauma cranico, quando c'è una rottura o una fessura del disco, che porta all'uscita del nucleo oltre i confini dell'anello;
  • la posizione errata della colonna vertebrale, la curvatura costante, il fatto che il garretto porti a una violazione del tono muscolare, debolezza dell'apparato legamentoso, che non può sopportare il carico;
  • carico irregolare sulla colonna vertebrale, inattività, impreparazione per lavori fisici pesanti, impiego in sport traumatici;
  • disturbi legati all'età della cartilagine e del tessuto osseo, dopo 25 anni il disco inizia a consumarsi, perde la sua elasticità, è privo di una sufficiente quantità di sostanze nutritive;
  • malattie articolari congenite e acquisite, predisposizione ereditaria;
  • obesità, stile di vita sedentario, cattive abitudini come il fumo e l'alcol;
  • rischi professionali, lavoro associato a tensione costante del collo, movimenti monotoni, sollevamento pesi.

La malattia è pericolosa

La patologia del disco nella regione cervicale rischia di spremere le radici nervose e ostacolare la circolazione sanguigna nel cervello. Ma oltre a questo, la distruzione del disco può causare paralisi, insufficienza respiratoria e il funzionamento degli organi interni. Senza trattamento e normalizzazione del carico sulla colonna vertebrale, l'ernia causerà deformità della colonna vertebrale.

I disturbi neurologici accompagnano i principali disturbi, l'emicrania, il dolore cronico, la funzione anormale dello stomaco e altri organi gastrointestinali.

L'ernia di un reparto cervicale di una spina dorsale è pericolosa:

  • debolezza muscolare delle mani, paralisi parziale o completa;
  • scoliosi;
  • perdita dell'udito e deficit visivo;
  • nausea e vomito frequenti;
  • violazione del flusso sanguigno nel midollo spinale e nel cervello;
  • compressione del nervo;
  • interrompere la respirazione a causa di danni al midollo spinale.

Tutte le complicazioni richiedono assistenza immediata, si riferiscono a condizioni pericolose che non solo peggiorano la qualità della vita, ma possono anche causare la morte.Una condizione critica con ernia intervertebrale richiede un trattamento chirurgico, ma l'operazione non garantisce una condizione migliore, tenendo conto del rischio di complicanze postoperatorie.

Disturbi neurologici

Con l'ernia cervicale c'è il rischio di compressione dei nervi e compressione del midollo spinale, e questi sono fattori predisponenti allo sviluppo dell'ictus precoce e del mal di testa cronico.

Quali altre conseguenze ha l'arteria cervicale?

  • taglio di mal di testa;
  • vertigini con acute inclinazioni della testa;
  • ronzio nelle orecchie, violazione della concentrazione dell'attenzione;
  • cattivo sonno, insonnia, fino al fatto che il paziente prende sonniferi;
  • posizione forzata della testa per il sollievo dei sintomi.

Violazione e infiammazione del nervo

La patologia cronica senza trattamento porta ad un'infiammazione del sistema muscolo-scheletrico, poi c'è la radiculite, che provoca un forte dolore. Il paziente deve minimizzare il movimento del collo, in cui aiuta il corsetto di sostegno. La radicolite è accompagnata da un forte mal di testa, che è peggiore con qualsiasi movimento. Se anche questa condizione viene ignorata, c'è il rischio di perdita di sensibilità, paralisi delle mani e ictus.

La violazione di nervi è la conseguenza più frequente di un'ernia di un reparto cervicale. Il nucleo polipoide, che è andato oltre l'anello, stringe i nervi e traumatizza il midollo spinale. Questo dà sintomi e dolore neurologici tipici.

Il gruppo a rischio di questa malattia con complicazioni pericolose include persone che conducono uno stile di vita a bassa attività, quando vengono diagnosticate altre patologie della colonna vertebrale o del sistema nervoso. Più spesso con questo problema, persone alte, crescono più di 175 cm all'età di 35 anni, faccia. I fattori di rischio sono cambiamenti degenerativi con l'età e traumi precedenti, ma la causa principale sarà l'osteocondrosi, l'interruzione della nutrizione del disco intervertebrale.

Complicazioni dopo l'intervento chirurgico

Gli errori durante e dopo l'intervento chirurgico possono causare complicazioni postoperatorie:

  • danno al nervo, che si manifesta sotto forma di forte dolore e intorpidimento;
  • infezione della ferita;
  • individuazione accidentale di patologie nascoste della colonna vertebrale con rischio di aggravamento;
  • recidiva della malattia nel primo periodo di recupero della colonna vertebrale;
  • trauma alle fibre nervose, con conseguente paralisi;
  • infiammazione delle membrane del cervello;
  • restringimento del canale spinale, formazione di aderenze e cicatrici;
  • complicazione dell'osteocondrosi.

Prevenire le conseguenze

Ridurre il rischio di conseguenze di ernia del rachide cervicale completerà il trattamento con i farmaci, fisioterapia, massaggi, tecniche manuali ed esercizi.

Farmaci per la prevenzione delle complicanze:

  1. Sollievo dal dolore - impacchi usano per alleviare il dolore, a tal fine una soluzione adatta novocaina, Profenida, dimetilsolfossido.
  2. Rimozione di edema - utilizzare Diclofenac, Movalis, ketoprofene, ibuprofene, i preparativi per l'eliminazione degli spasmi, ridurre il dolore e gonfiore.
  3. Normalizzazione dello stato del sistema nervoso - ricevere complessi vitaminici, vitamine del gruppo B di iniezione, E e C.
  4. Restauro del tessuto cartilagineo - utilizzati agenti condroprotettivi in ​​forma di compresse, unguenti e balsami, sono farmaci glucosamina, Artifleks, Teraflex.
  5. Rilassamento muscolare - miorilassanti ricezione aiuta a ridurre la tensione muscolare al collo e al torace, così come elimina il dolore.

Una fase importante del trattamento e della riabilitazione saranno le procedure fisioterapeutiche:

  • trazione spinale - la trazione è importante per ridurre la compressione dell'ernia sulle radici nervose, che riduce il dolore;
  • agopuntura - l'agopuntura viene effettuata con l'aiuto di aghi sottili, che vengono inseriti sotto la pelle in determinati punti di innesco sul corpo;
  • elettroforesi - l'introduzione di una sostanza medicinale attraverso la pelle, questo metodo di somministrazione del farmaco è il più sicuro e aiuta a svolgere un trattamento anti-infiammatorio;
  • girudoterapiya - l'applicazione di mignatte mediche nel collo per ripristinare la circolazione sanguigna, rimuovere l'infiammazione e accelerare l'escrezione di sostanze tossiche;
  • terapia fisica - eseguendo una serie di esercizi sotto la supervisione di un fisioterapista, la ginnastica aiuta a rafforzare la colonna vertebrale debole e le strutture circostanti.

Il trattamento chirurgico è prescritto in casi estremi, quando esiste il rischio di disabilità e le conseguenze sono correlate al funzionamento degli organi interni.

L'operazione è indicata dopo 4-5 mesi di trattamento conservativo inefficace, quando c'è il sequestro e la sindrome del dolore non è eliminata in alcun modo, incluso il trattamento laser minimamente invasivo.

Cosa fare dopo l'intervento chirurgico

La manutenzione preventiva di conseguenze postin vigore consiste in osservanza di un regime di riposo per il reparto malato di un dorso. Per 2-3 settimane dopo l'intervento, sedersi, dormire su una superficie molto morbida ed esporre la colonna vertebrale a qualsiasi sforzo. Per ridurre la pressione sulle vertebre, il medico nomina un collo cervicale.

Oltre alle regole obbligatorie di riabilitazione, è importante aderire alla prevenzione generale già nel tardo periodo di recupero: eliminare le cattive abitudini, spostarsi di più, dormire su un materasso rigido e un cuscino ortopedico.

Dopo il trattamento, alcune settimane possono disturbare il dolore al collo, perché il medico prescriverà farmaci e procedure per il dolore. Può essere elettroforesi, agopuntura, massaggio.

Un mese dopo l'operazione, puoi iniziare a eseguire una serie di esercizi fisici per rafforzare il corsetto muscolare. Il programma di allenamento dovrebbe essere sviluppato con uno specialista. A casa, si consiglia di fare esercizi ed esercizi per allungare e rilassare i muscoli. Sarà utile anche la normale rotazione e inclinazione della testa, soprattutto quando è necessario rimanere in una posizione per un lungo periodo.

La probabilità di complicanze è ridotta se viene nominato un corso individuale di riabilitazione dopo l'operazione, tenendo conto degli aspetti fisici e psicologici della vita.

Guarda il video: Ernia Iatale (Novembre 2019).

Loading...