Effetto dell'osteocondrosi cervicale sulla pressione sanguigna

Attualmente, oltre il 70% della popolazione adulta del nostro pianeta è a rischio di osteocondrosi malato, che è più spesso localizzato nella regione cervicale. osteocondrosi cervicale o corretta osteocondrosi della colonna vertebrale cervicale - è una lesione degenerativa dei dischi intervertebrali della colonna vertebrale. I cambiamenti si verificano nella colonna vertebrale e delle articolazioni delle vertebre stesse.

Sotto l'influenza di vari fattori con l'età, il disco intervertebrale diventa più sottile a causa della perdita di fluido all'interno perde la sua elasticità, resilienza è la sua deformazione, modifiche strutturali, possibilmente la sporgenza oltre le vertebre, portando alla formazione di ernia del disco.

ernia del disco può penetrare nel canale spinale, quindi causare irritazione e un nervo schiacciato in casi gravi influisce negativamente sul midollo spinale che si manifesta nel dolore cronico fino a cambiare la sensibilità, difficoltà motorie. Se non trattata questa condizione porta allo sviluppo di complicazioni e cambiamenti irreversibili.

Noi le patologie più comuni

Le prime manifestazioni di alterazioni degenerative-distrofiche nella colonna vertebrale iniziano a svilupparsi nell'uomo dall'età di 25 anni. Di solito, l'osteocondrosi della regione cervicale inizia con mal di testa, dolori al collo, in alcuni casi, i segni di un aumento della pressione arteriosa, che successivamente porta all'ipertensione arteriosa, appaiono prima. Pertanto, l'osteocondrosi cervicale e la pressione arteriosa sono spesso strettamente correlate l'una all'altra.

Ipertensione arteriosa indica che la circolazione del sangue nel nostro corpo si verifica sotto grande pressione, che può portare a una massa di conseguenze pericolose per una persona. In generale, questa malattia si verifica in forma cronica, ogni terzo residente ha questa diagnosi. Data l'alta incidenza sia di ipertensione arteriosa che di osteocondrosi, è chiaro il motivo per cui la probabilità di combinare queste patologie è elevata.

Coincide anche la struttura dell'età di queste malattie, la vulnerabilità dell'organismo delle persone anziane, tra le quali la percentuale di pazienti con ipertensione e osteocondrosi è significativamente superiore alla media.

Tra la colonna vertebrale e il sistema cardiovascolare c'è una connessione inseparabile,poiché i centri del nervo spinale si trovano nell'intervallo dall'8a cervicale alla 6a vertebra toracica, le terminazioni nervose delle quali terminano sul cuore e sui vasi adiacenti di grandi dimensioni. Pertanto, il danno alla colonna vertebrale può esercitare una compressione eccessiva sulle radici nervose, il loro pizzicamento, che può causare gravi cambiamenti. I segni iniziali possono essere salti di pressione sanguigna.

Nei canali formati dai processi trasversi delle vertebre cervicali, si trova un'arteria vertebrale che trasporta il sangue nella riserva cerebrale vertebro-basilare, che a sua volta fornisce il tronco cerebrale, la regione occipitale, il cervelletto, l'orecchio interno. Il tronco cerebrale è responsabile delle funzioni vitali, come la circolazione e la respirazione.

Quando la vertebra è danneggiata, questa arteria viene bloccata da diversi lati, che interrompe l'emodinamica, rallenta il flusso naturale di sangue arterioso al cervello, inizia una violazione della circolazione del sangue del cervello, che può verificarsi in entrambe le forme acute e croniche. Pertanto, al fine di garantire un flusso sanguigno sufficiente in questa zona, la pressione arteriosa sistemica aumenta in modo compensatorio.

Presta attenzione ai sintomi

Segni di pressione sanguigna elevata associata con lesioni degenerative-distrofiche nella regione cervicale sono: la presenza di dolore occipitale e regione cervicale dopo carico prolungato durante il lavoro sedentario, aumento del dolore comincia su un lato della testa o del collo, articolazioni vertebrali scricchiolio.

Aumento della pressione sanguigna è di per sé una causa di altri sintomi, prevenzione di una vita piena, ridurre la qualità della vita e le prestazioni. I sintomi più comuni di ipertensione - è la graduale perdita della vista, mal di testa, aumento della pressione intraoculare, vertigini, tinnito, perdita dell'udito, perdita di coordinazione.

È necessario applicare prontamente per assistenza medica specializzata qualificata ai primi segni di tali malattie. Dopo tutto, se presa alla leggera al suo stato, la malattia progredirà a pieno pizzicare l'arteria vertebrale, e lo sviluppo di ictus acuto.

Non eseguire il processo della malattia

Dopo l'esame del paziente e la diagnosi viene assegnato un trattamento conservativo complesso compreso l'uso di farmaci.Questi includono anti-ipertensiva, anti-infiammatori non steroidei, hondroprotektory, miorilassanti, metaboliche e farmaci cardiovascolari. Di conseguenza, la pressione sanguigna normale, non v'è l'eliminazione del dolore e ridurre l'infiammazione.

Dopo il miglioramento al fine di prevenire ulteriori riacutizzazioni raccomandato di nominare trattamenti fisioterapici, massaggi professionali e uno speciale complesso di esercizi terapeutici sotto la supervisione di istruttori di terapia fisica.

Il principio di base del trattamento - sistematica, cioè, il paziente deve aderire alla regolarità della attuazione di tutte le raccomandazioni che un approccio integrato al trattamento può fermare lo sviluppo di malattie, e per dirigere il corpo sulla strada della ripresa.

Loading...