Protrusione circolare posteriore: manifestazioni e trattamento

Sullo sfondo di cambiamenti degenerativi-distrofici nella colonna vertebrale, si verificano disidratazione, abbassamento dell'altezza e protrusione dei dischi intervertebrali.

Quando si diffonde in un cerchio, si chiama circolare, e questo è il tipo più comune di malattia (nell'80% dei casi).

Se non viene trattato, i nervi spinali sono bloccati e questo porterà a dolore, mobilità limitata.

Quindi la busta del disco si rompe e si forma l'ernia intervertebrale. Pericoloso in questo senso è la protrusione circolare posteriore.

Varietà e cause della patologia

La patologia esaminata del disco intervertebrale può essere di vari tipi:

  • uniforme (protrusione dell'anello fibroso lungo l'intera circonferenza, come se si appiattisse il disco);
  • circolare posteriore (è circolare-dorsale, diretto verso il midollo spinale, che è particolarmente pericoloso);
  • foraminali circolari (sporgenti nel canale intervertebrale).

Il tipo uniforme viene diagnosticato più spesso, ma questo problema non infastidisce sempre la persona.

La situazione è più complicata con altri tipi di malattie che portano al bloccaggio delle radici nervose, che causa un forte dolore,anche se la protrusione è di piccole dimensioni.

Tra i principali fattori che causano la malattia, chiamato:

  • lombalgia;
  • trauma della colonna vertebrale;
  • carichi eccessivi;
  • violazione della postura;
  • osteoporosi (in alcuni casi).

Localizzazione del problema e sintomatologia

Molto spesso, la protrusione circolare posteriore si trova nella regione lombare (sezioni L4-L5).

Le manifestazioni tipiche sono intorpidimento, formicolio e una sensazione di "tensione" nelle gambe, oltre a sensazioni dolorose:

  • nella parte bassa della schiena e nel gluteo;
  • sulla parte interna o esterna delle cosce e delle cosce;
  • sulla superficie anteriore della coscia;
  • Sulla parte posteriore del piede e nell'alluce.

Quando il sito L5-S1 è interessato (questo è il 50% dei casi di protrusione lombare):

  • piccolo dolore periodico nella parte bassa della schiena dopo un carico;
  • l'intensificazione del dolore o il suo aspetto spontaneo dopo aver sollevato pesi, praticato sport, anche dopo aver dormito;
  • il movimento della sindrome del dolore nel gluteo, nella gamba (il lato esterno delle cosce, gli stinchi, i piedi);
  • esacerbazione del dolore nella parte bassa della schiena, anche con la testa inclinata in avanti, con tosse e risate.

La patologia è localizzata nella regione cervicale, anche se un po 'meno frequentemente rispetto alla regione lombare. Ad esempio, il C5-C6 potrebbe soffrire.I sintomi sono solitamente i seguenti:

  • dolore che si diffonde alla parte occipitale, collo, spalle, la parte esterna delle mani (eccetto i pennelli);
  • lievi sensazioni unilaterali dolorose dopo il sonno, quando la testa è abbassata; può diminuire quando si eseguono semplici esercizi;
  • formicolio della pelle del collo e delle mani, intorpidimento, bruciore.

La protuberanza circolare posteriore (dorsale) a livello del disco C4-C5 (la lesione più comune nel collo) può manifestarsi come segue:

  • mal di testa;
  • sindrome del dolore a livello del collo, delle clavicole, delle spalle, del lato esterno delle mani;
  • formicolio e intorpidimento che colpiscono le dita grandi (a volte puntate);
  • debolezza dei muscoli del polso.

Diagnosi e trattamento

Per determinare la natura del problema, è consigliabile l'imaging a risonanza magnetica, poiché la tomografia computerizzata, l'ecografia e la radiografia in questo caso non sono abbastanza efficaci.

La terapia della protrusione circolare posteriore suggerisce azioni del genere:

  • scarico della colonna vertebrale;
  • stabilizzazione del processo;
  • eliminazione di fattori che influenzano lo sviluppo della malattia.

In una certa misura, i sintomi minacciosi possono essere ridotti - ma bisogna ricordare che il riposo a letto, i farmaci anestetici e i carichi ridotti sono indispensabili qui.

Il trattamento deve essere gestito da uno specialista e di solito vengono utilizzati metodi non farmacologici.

È molto efficace per questo problema l'esercizio terapeutico, il rafforzamento della colonna vertebrale, che accompagna il ricevimento dei farmaci (se necessario) e la fisioterapia e la terapia manuale (se raccomandata).

Tutto dipende dai sintomi, dalle caratteristiche della malattia e dalle condizioni generali del paziente. In ogni caso, la consultazione tempestiva con un medico eviterà lo sviluppo della patologia e preserverà la qualità della vita.